04/03/2024 in Blog

Indirizzo postale: cos’è, a cosa serve, quando cambiarlo

indirizzo postale

Indirizzo postale

Tutti sappiamo cosa sia l’indirizzo postale ma non è altrettanto semplice e immediato il concetto di domiciliazione postale o, ancora peggio, quello di contratto domiciliazione postale

Il domicilio postale è una cosa diversa dal semplice recapito postale al quale si riceve la corrisponde cartacea e interessa soprattutto le aziende o, in parte, i liberi professionisti che si avvalgono per esempio di un servizio di segretariato per la loro attività.

In questo articolo sviscereremo insieme l’argomento: domiciliazione postale come funziona? Cercheremo di capire quando conviene eleggere il domicilio postale presso terzi, quando è il caso di fare un cambio domicilio posta e se il domicilio postale diverso dalla residenza è una cosa fattibile e legale. 

Poste italiane

La ricezione posta è un meccanismo che, in Italia, è di competenza principalmente di Poste italiane. Molto spesso ci si lamenta del servizio a causa di ritardi o perdita della corrispondenza. In realtà, statistiche accurate e capillari hanno fatto emergere l’altra faccia della medaglia.

Nella maggior parte dei casi, i problemi legati alla mancata ricezione della corrispondenza non avvengono per colpa di PI ma perché non siamo più abituati alla corrispondenza cartacea. In un mondo che ormai basa la comunicazione quasi unicamente su dispositivi i-tech (e-mail, pec, applicazioni tipo WhatsApp, social come Facebook) abbiamo perso la dimestichezza nel trattare, conservare e archiviare le classiche lettere di carta.

Per questo si rende utile, soprattutto per le aziende, domiciliare la propria posta presso una persona delegata a gestirla o presso un Business Center. Il nostro servizio domiciliazione postale Roma si occupa proprio di questo.

Sei pronto?

Pronto a comprendere cosa sia un indirizzo postale, quale differenza c’è tra quello che identifica invece il domicilio postale e a prendere appunti su come fare per cambiare domicilio postale? Non ci resta che iniziare, allora, a entrare nel vivo del discorso. Ti consiglio, prima di buttarti nella lettura di questo articolo, di assicurarti di aver capito perfettamente il concetto di domiciliazione. Se hai bisogno di un chiarimento prova a leggere qui, troverai tutte le informazioni necessarie e poi sarai pronto ad affrontare insieme a me questo nuovo argomento.

Indice

  • Indirizzo postale: cos’è?
  • Domicilio postale: cos’è?
  • Differenze tra indirizzo di residenza, di domicilio e postale

Indirizzo postale: cos’è?

indirizzo postale

Può sembrare banale ma, soprattutto i più giovani, non sono particolarmente avvezzi all’utilizzo e allo scambio di indirizzi postali. Al giorno d’oggi la comunicazione è immediata e veloce e corre lungo fibre ottiche e cavi telefonici.

Come si comunica, infatti, attualmente?

  • via posta certificata, chiamata pec;
  • e-mail semplice;
  • con app. di messaggistica istantanea come WhatsApp, Telegram, Messenger;
  • tramite social.

Ricevere una lettera cartacea, o una comunicazione a mezzo posta ordinaria, se ci pensi, non è così comune. Non c’è da stupirsi quindi se i giovanissimi imprenditori non siano molto ferrati in materia. L’indirizzo postale è, appunto, l’indirizzo al quale si riceve corrisponde di carta. Per i cittadini privati equivale a quello di residenza, ossia della casa in cui si vive, per le aziende non è così semplice. Generalmente, l’indirizzo postale aziendale è quello della sede legale. Nulla vieta, però, di eleggerlo presso il domicilio aziendale.

Esempio

  • la lavanderia a gettoni del Signor Rosi si trova in Via X e la sede legale in Via Y. Il Signor Rosi può decidere di ricevere la posta cartacea all’indirizzo del negozio (domicilio) o presso il suo ufficio amministrativo (sede legale).

L’indirizzo postale può anche essere eletto presso terzi. In questo caso, il Signor Rosi decide che non vuole avere l’incombenza di doversi occupare delle comunicazioni cartacee, con le quali non ha dimestichezza e che gli fanno perdere un sacco di tempo. Decide, pertanto, di farle arrivare tutte presso lo Studio del suo Commercialista o presso un Business Center erogatore di servizi di sua scelta. In questo caso, tutte le lettere relative all’attività del Signor Rosi saranno gestite dalla persona che le riceverà, ossia il suo Commercialista o lo staff professionale del Business Center. Un bel risparmio di tempo ma anche un sollievo morale. Sbagliarsi, quando si tratta di burocrazia italiana, è purtroppo fin troppo semplice.

Domicilio postale: cos’è?

indirizzo postale

Il domicilio postale è l’indirizzo della persona presso la quale il titolare d’azienda o il libero professionista ha deciso di far arrivare tutta la sua corrispondenza cartacea.

Esempio

  • Il Signor Rosi di prima, con negozio in Via X e sede legale in Via Y decide di delegare la gestione della corrispondenza cartacea ad un Business Center sito in Via N. Dichiarerà quindi, come indirizzo di domiciliazione postale, quello del Business Center. Da quel momento in poi, tutte le lettere, le raccomandate, le comunicazioni di carta indirizzate alla sua lavanderia a gettoni arriveranno in Via N, direttamente sulla scrivania dei professionisti del Business Center, che si occuperanno di aprirla e trattarla.

Domiciliare la posta presso terzi è una pratica assolutamente legale. L’importante è dichiararlo in maniera regolare agli organi competenti, tra cui l’Agenzia delle Entrate.

Contratto di domiciliazione postale

Naturalmente, tra il domiciliatario e il domiciliatore dovrà essere stipulato un contratto. Questo significa che se il Signor Rosi sceglie di far arrivare le sue lettere presso lo Studio del Commercialista o presso il Business Center, tra le due parti dovrà esserci un accordo scritto. Tale contratto riporterà i dati anagrafici di entrambe le parti e farà da garanzia. Da un lato serve per far assumere la responsabilità al domiciliatario, dall’altro, con lo stesso contratto, il domiciliatore dichiara che all’indirizzo di domicilio postale arriverà solo la posta cartacea e che in quel luogo non ci sono materiali di proprietà della sua Azienda né si svolgono mansioni professionali.

Differenze tra indirizzo di residenza, di domicilio e postale

indirizzo postale

A questo punto, un’azienda o un professionista quanti indirizzi possono avere? Effettivamente, più d’uno. Se vuoi approfondire questi concetti, ti consiglio la lettura di questo mio articolo.

Esempio

Teniamo sempre buono il nostro Signor Rosi, titolare di lavanderia a gettoni. Ecco cosa può succedere:

  • la sua sede legale (ufficio), nonché residenza aziendale, è a Roma in via Y;
  • il suo locale lavanderia, ossia domicilio aziendale, è a Roma in via X;
  • il suo domicilio postale è eletto presso il Business Center di Servizi in via N.

Lui, però, da privato, vive ad Anzio in via A. (residenza) dove ha anche eletto il domicilio postale privato. E’ tutto perfettamente regolare. La sua posta privata gli arriverà a casa, ad Anzio, mentre quella relativa alla lavanderia a gettoni di Roma arriverà al Business Center presso la quale ha stipulato un contratto di domiciliazione postale.

Ti è tutto più chiaro? Spero di sì! Hai deciso, dopo aver letto questo articolo, di avere assolutamente bisogno di qualcuno che ti aiuti con la posta cartacea e vuoi affidarti ad un Business Center professionale e competente in queste mansioni amministrative? Contattaci, saremo lieti di presentarti le nostre offerte più consone e aderenti ai tuoi bisogni e necessità.